Costo Nolo Container: Perché Aumentano i Costi e Come Mitigarli | Elledi Spa

La pandemia da COVID-19 che nell’ultimo anno si è imbattuta su tutti gli stati e sta ancora oggi causando grosse difficoltà economiche in tutti i settori.

Per quanto riguarda il nostro, quello delle spedizioni marittime nazionali e internazionali a mezzo container, non possiamo che ribadire quanto già sostenuto da molti colleghi dello stesso settore, ovvero che per prevenire il diffondersi di questo virus sono stati ridotti gli scambi commerciali, con conseguente diminuzione dello spazio disponibile sulle poche navi rimaste a disposizione e il consequenziale aumento dei prezzi relativi al nolo container (siamo passati dal minor costo di due / tre mila dollari, fino ad arrivare a cifre intorno anche agli otto/nove mila dollari a container: i prezzi si sono quadruplicati!).

In questo panorama decisamente poco roseo occorre, tuttavia, segnalare che attualmente, rispetto al medesimo periodo dell’anno 2020, si è registrata una, seppur flebile, ripresa economica ed è anche per tale ragione che la carenza di spazio all’interno delle navi atte al traporto dei container sta avendo, nel settore delle spedizioni, un maggiore impatto.

Per fare fronte a tale situazione abbiamo esaminato tutti gli aspetti relativi ai servizi di spedizione marittima e si è pensato di stilare una lista di raccomandazioni / previsioni per ridurre al minimo il disagio patito da tutti coloro che vivono quest’attuale ed imprevista condizione.

Pertanto, si suggerisce caldamente di adottare le seguenti strategie:

1. Prevedere nei listini un aumento dei costi di trasporto rispetto agli anni precedenti, tenendo conto che in ogni caso i prezzi attuali si calmiereranno
2. Prevedere anticipatamente un noleggio: prenotare anticipatamente lo spazio nave serve per evitare spiacevoli ritardi.
3. Eseguire anticipatamente stime più precise riguardanti i volumi da trasportare: questo consente di trattare anche sui costi di noleggio
4. Se necessario negoziare gli spazi nave
5. Se possibile, tenere momentaneamente una parte dei volumi sul mercato da offrire a spot
6. Rivedere gli attuali contratti di vendita/acquisto
7. Affidarsi a spedizionieri esperti nella pianificazione marittima

L’andamento anomalo dei noli che si è registrato in quest’ultimo periodo si sta riversando, ovviamente, anche sui prezzi delle materie prime ed è anche questo il motivo per il quale si devono adottare contromisure atte a contenere tali incrementi.

Onde evitare che l’export italiano diventi meno competitivo e, conseguentemente, sostituito da forniture di prossimità occorre ricercare una maggiore collaborazione tra domanda manifatturiera e trasporto marittimo.

Oltre ad adottare le strategie sopra illustrate, una soluzione può ricercarsi anche attraverso tavoli di confronto con i rappresentanti di settore, i quali possono sviluppare accordi con i propri clienti al fine di coinvolgerli in tali problematiche e far capire loro questa situazione che è tutt’altro che semplice.

Solo con la collaborazione di tutti si riuscirà ad addivenire ad una conclusione positiva.